Archivio di gennaio 2018

Jazz On The Corner – Cantabrasil sul palco dell’Aurora

24 gennaio 2018

Prosegue la rassegna Jazz On The Corner Winter, organizzata dall’Associazione culturale “Jazz On The Corner” e dal Circolo culturale Aurora.
Per questo terzo appuntamento sarà il duo Cantabrasil, formato dalla cantante Sara Lombardi e dal pianista Marco Pezzola ad animare la sala concerti del Circolo Aurora.
Un viaggio inedito e inusitato nella musica popolare brasiliana, così affine e influenzata dalla musica afroamericana ed in particolar modo dal Jazz.
Jobim, Joao Gilberto, Chico Buarque e Caetano Veloso sono solo alcuni degli autori che verranno interpretati durante la serata.
Il duo Cantabrasil, formatosi orami qualche anno fa dall’incontro tra il particolare della voce di Sara e il pianismo raffinato e talvolta virtuoso di Marco Pezzola, ha già collezionato diversi concerti e sempre feedback positivi
Appuntamento dunque domenica 28 gennaio alle 22.00 presso il Circolo Aurora di Piazza Sant’Agostino ad Arezzo.
Ingresso libero con tessera Arci.
 

“Al lavoro e alla lotta – Le parole del Pci “: un singolare libro che racconta cos’era quel partito

23 gennaio 2018

La presentazione ad Arezzo Venerdì 26 gennaio al circolo Aurora
“Ti ricordi come si diceva?” Franca Chiaromonte e Fulvia Bandoli sono partite da questa domanda e, come un gioco, hanno scritto il libro “Al lavoro e alla lotta – Le parole del Pci”, glossario di oltre 180 parole pronunciate nelle riunioni, scritte sui volantini, scandite nei comizi e nei dibattiti. Parole che innervavano la vita e i rapporti interpersonali di quella speciale comunità umana e politica rappresentata dal Pci. Il libro è un originalissimo modo di raccontare cos’era quel partito e uno stimolo a cercare ancora.
Dopo molte altre città, “Al lavoro e alla lotta – Le parole del Pci” sarà presentato ad Arezzo Venerdì 26 gennaio, alle ore 21:15, al Circolo Aurora in Piazza S.Agostino.
Saranno presenti le due autrici; condurranno la serata Enzo Gradassi, scrittore, e Giuseppe Brogi.
A seguire verrà proiettato Il docufilm “Il fare politica – Cronaca della Toscana rossa” che con le immagini ci trasporta nel ventre del Pci. Il regista belga Hugues Le Paige racconta le passioni e le ragioni di quattro militanti, tre uomini e una donna, di una sezione del Chianti, incontrati e ripresi più volte durante l’arco di ben 22 anni. Le loro storie, simili a quelle di tanti altri, s’intrecciano con la grande storia, dipingendo un affresco veritiero e sentimentale che più generazioni hanno vissuto da protagoniste.
Ingresso libero con tessera Arci

“MAI PIÙ FASCISMI”

22 gennaio 2018

Appello a tutte le Istituzioni democratiche

Noi, cittadine e cittadini democratici, lanciamo questo appello alle Istituzioni repubblicane. Attenzione: qui ed ora c’è una minaccia per la democrazia. Si stanno moltiplicando nel nostro Paese sotto varie sigle organizzazioni neofasciste o neonaziste presenti in modo crescente nella realtà sociale e sul web. Esse diffondono i virus della violenza, della discriminazione, dell’odio verso chi bollano come diverso,razzismo e della xenofobia, a ottant’anni da uno dei provvedimenti più odiosi del fascismo: la promulgazione delle leggi razziali. Fenomeni analoghi stanno avvenendo nel mondo e in Europa, in particolare nell’est, e si manifestano specialmente attraverso risorgenti chiusure nazionalistiche e xenofobe, con cortei e iniziative di stampo oscurantista o nazista, come recentemente avvenuto a Varsavia, persino con atti di repressione e di persecuzione verso le opposizioni.
Per questo, uniti, vogliamo dare una risposta umana a tali idee disumane affermando un’altra visione delle realtà che metta al centro il valore della persona, della vita, della solidarietà, della democrazia come strumento di partecipazione e di riscatto sociale.
Per questo, uniti, sollecitiamo ogni potere pubblico e privato a promuovere una nuova stagione di giustizia sociale contrastando il degrado, l’abbandono e la povertà che sono oggi il brodo di coltura che alimenta tutti i neofascismi.
Per questo, uniti, invitiamo le Istituzioni a operare perché lo Stato manifesti pienamente la sua natura antifascista in ogni sua articolazione, impegnandosi in particolare sul terreno della formazione, della memoria, della conoscenza e dell’attuazione della Costituzione.
Per questo, uniti, lanciamo un allarme democratico richiamando alle proprie responsabilità tutti i livelli delle Istituzioni affinché si attui pienamente la XII Disposizione della Costituzione (“E` vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista”) e si applichino integralmente le leggi Scelba e Mancino che puniscono ogni forma di fascismo e di razzismo.
Per questo, uniti, esortiamo le autorità competenti a vietare nelle competizioni elettorali la presentazione di liste direttamente o indirettamente legate a organizzazioni, associazioni o partiti che si richiamino al fascismo o al nazismo, come sostanzialmente previsto dagli attuali regolamenti, ma non sempre applicato, e a proibire nei Comuni e nelle Regioni iniziative promosse da tali organismi, comunque camuffati, prendendo esempio dalle buone pratiche di diverse Istituzioni locali.
Per questo, uniti, chiediamo che le organizzazioni neofasciste o neonaziste siano messe nella condizione di non nuocere sciogliendole per legge, come già avvenuto in alcuni casi negli anni 70 e come imposto dalla XII Disposizione della Costituzione.
Per questo, uniti, come primo impegno verso una più vasta mobilitazione popolare e nazionale invitiamo a sottoscrivere questo appello le cittadine e i cittadini, le associazioni democratiche sociali, civili, politiche e culturali. L’esperienza della Resistenza ci insegna che i fascismi si sconfiggono con la conoscenza, con l’unità democratica, con la fermezza delle Istituzioni.
Nel nostro Paese già un’altra volta la debolezza dello Stato rese possibile l’avventura fascista che portò sangue, guerra e rovina come mai si era visto nella storia dell’umanità. L’Italia, l’Europa e il mondo intero pagarono un prezzo altissimo. Dicemmo “Mai più!”; oggi, ancora più forte, gridiamo “Mai più!”.

Sabogia Fest • Karemaski Multi Art Lab

19 gennaio 2018

Sabogia Festival nasce dall’urgenza e dalla necessità di fare, dalla volontà di dire ed esprimere, dall’importanza di scoprire.

È un festival dal gusto retrò, proprio come si facevano una volta: due palchi, dieci band e, ovviamente, tanta passione.
È una rassegna musicale, la cui line up è variegata e mescolata: l’intento è dunque non quello di fare distinzioni di genere, ma piuttosto di accomunare e raccogliere spiriti affini che, per forza o per sfortuna, non si erano mai incontrati prima, dando quindi loro la possibilità di conoscersi e farsi conoscere.
È infine un’incredibile riunione di famiglia, i cui membri, sebbene sparpagliati in tutta la penisola, in qualche modo, sanno, sentono di essere accomunati da qualcosa.

Due giorni intensi di incursioni musicali trasversali, per esplorare con curiosità alcune delle realtà indipendenti più intriganti del panorama underground.

02/03 Febbraio 2018 | Sabogia Festival
Karemaski Multi Art Lab – Loc. Olmo 44, 52100 Arezzo (AR)
Info e programma: www.karemaski.com
Tesseramento online: www.karemaski.com/tesseramento
_________________________________________

Venerdì 02 Febbraio, ore 21:00
Info: www.karemaski.com/eventi/sabogia-festival-1
Metro Crowd (My Own Private Records – Legno)
Holiday INN – Holiday INN (My Own Private Records)
Mai Mai Mai (Boring Machines – Not Not Fun Records)
Vespertina (Dio Drone – Dischi Bervisti – Toten Schwan Records)
Giovanni Fontanelli
+ Dj set: Lorenzo Cardeti a.k.a. Levo

Sabato 03 Febbraio, ore 21:00
Info: www.karemaski.com/eventi/sabogia-festival-2
Lili Refrain (Subsound Records – Sangue Dischi)
Black Lagoon
Nàresh Ran (Dio Drone – BleuAudio Records)
Coltre (Unclear Records)
Hell Demonio II
+ Dj set: Marco Bertini
_________________________________________

▶︎ INGRESSO RISERVATO AI SOCI
L’ingresso è riservato ai soli soci ARCI, UISP, ARCIGAY e affiliate, con tessera valida per la stagione corrente. È necessario mostrare tessera e documento di identità all’ingresso.

Accoglienza migranti, 60 borse di studio all’estero per giovani toscani

18 gennaio 2018

Si è aperto il Bando per 60 borse di studio all’estero per formare giovani neodiplomati toscani nell’accoglienza migranti. Il progetto è realizzato da FormAzione Co&So NEtwork  in partenariato con CESVOT, Reattiva e Confcooperative Toscana, nell’ambito del programma “Erasmus+ INTEGR8” destinato ai giovani appena usciti dagli Istituti Tecnici e Professionali del settore dei Servizi Sociali e Socio-sanitari e dei Licei delle Scienze Umane.

Tre mesi di tirocinio formativo  in  Spagna, Germania, Malta e Regno Unito per acquisire e migliorare competenze professionali necessarie a lavorare con i richiedenti asilo e le persone sotto protezione umanitaria e migliorare la conoscenze linguistiche. Un’esperienza umana e formativa fondamentale per i ragazzi toscani che decidono di lavorare in questo settore.

La domanda dovrà essere presentata entro il 31 gennaio 2018, compilando il modulo online disponibile sul sito http://www.formazionenet.eu/ oppure sul sito www.coeso.org. Per informazioni, ForMAzione Co&So NEtwork 0554222167 – 055 4476026

ART of NOISE 17 ► Havah // Mood // Kint

18 gennaio 2018

Centro Giovani Onda d’Urto è orgoglioso di presentare il diciassettesimo appuntamento di ART of NOISE
Ad aprire le danze di questo 2018 saranno:

► HHAVAHH, band di Forlì, nata dal progetto cantautorale di Michele Camorani, batterista di due band punk-hardcore italiane di rilievo: La Quiete e Raein.
Approda ad Art of Noise con la sua new-wave/dark-wave, caratterizzata da ritmi ripetitivi, testi cupi e chitarre taglienti.
Il nuovo album “Contravveleno” descrive, attraverso la musica, Immagini ed episodi di vita partigiana: uomini, donne e giovani, costretti a combattere contro i soldati tedeschi tra le campagne di Ravenna e Forlì durante la Seconda Guerra Mondiale.

“Album of the Week” su Stereogum, potete ascoltare “Contravveleno”qui:
https://mapledeathrecords.bandcamp.com/album/contravveleno

► MOOD , giovanissimo duo instrumental/math rock nato a Finale Emilia nel 2010, dalla collaborazione tra Francesco Molinari e Daniele Maini.
I Mood trasmettono con la musica potenza ed emozione, solidità e concretezza .
Particolarità della band è il linguaggio fisico e senza filtri attraverso il quale si esprime. Difatti i Mood si esibiscono a stretto contatto con il pubblico, giù dal palco, secondo la formula:
“No stage, best stage.”

Si presenteranno ad Art of Noise con il nuovo album “OUT LOUD”:
https://upupaproduzioni.bandcamp.com/album/mood

► KINT, giovane progetto musicale, nato nel 2015 dalla collaborazione tra membri di due storiche band della scena italiana: THE DEATH OF ANNA KARINA, rispettivamente il cantante Andrea e il batterista Adriano, e i RedlineSeason, il batterista Raffaele.
Da questa unione scaturisce un mix letale di blues, post-punk, loop sballati e noise. Da non perdere!

Per arrivare preparati, ascoltate il nuovo album B-SIDE:
https://kintband.bandcamp.com/

Durante la serata potrete assistere inoltre all’imperdibile LIVE PAINTING a cura dei nostri affezionati amici di X-Quis • Collettivo Artistico
_________________________________________________________

Area info-merch ad opera del Centro Giovani Onda d’Urto.
Lanciamo ancora un appello alle band e agli artisti aretini (e dintorni) volenterosi di arricchire la nostra distro con i loro dischi da vendere nel corso della serata!

Per maggiori info, ART of NOISE-rassegna musicale e Centro Giovani Onda d’Urto , come sempre, a vostra a disposizione.

« Older Entries

Vai a inizio pagina