Archivio di marzo 2018

Sara D’Angelo e Stefania Boscarato in concerto presso il circoli Aurora

30 marzo 2018

Le voci di Sara D’Angelo e Stefania Boscarato in percorsi vocali dal Jazz alla bossa nova, dal flamenco alla world music.

Venerdì 30 e Sabato 31 Marzo due concerti al femminile al Circolo Aurora.

Nel week end pasquale si conclude la fortunata rassegna di musica al femminile ideata da Silvio Trotta con la collaborazione del Circolo Culturale Arci Aurora.

“Di voci di donne” è da sette anni una opportunità di protagonismo e di ascolto offerta alla voce di cantanti, sia interpreti che autrici, per raccontare e raccontarsi attraverso la musica.

QUESTA SERA VENERDI 30 marzo Sara D’angelo con i suoi Four Seasons Trio, dalle sonorità bizzarre e esilaranti, presenterà un repertorio di classici jazz e bossa nova ed una ricca selezione di brani italiani in stile retrò. Sara d’Angelo, accompagnata da Luca Cremonini alle chitarre e da Pedro Judkowski al basso e contrabbasso, unisce la qualità della proposta artistica con il divertimento di chi ascolta, dando ad ogni brano insolita freschezza ed ironia. La cantante bolognese, dotata di una voce suggestiva e originale, ha una presenza scenica particolarmente coinvolgente.

Sabato 31 marzo Marco Vichi chitarra e Stefania Boscarato voce, i Lumakalè, proporranno un repertorio variegato, eclettico e frizzante che spazia dalla rumba gitana flamenco alla world music con influenze gipsy jazz.

La particolarità della cantante veneta è l’esecuzione di brani in tantissime lingue: spagnolo, francese, romanes, ungherese in un’interpretazione vivace e genuina che sprigiona calore ed energia. Gli spettatori, verranno trasportati in un vero e proprio itinerario musicale multietnico, che, attraversando le terre dei gitani di tutta Europa, si fermerà infine su brani di nuova composizione.

Scambiabito 2018 – 8 Aprile ore 14:30 presso CAS Anghiari

30 marzo 2018

Torna l’8 APRILE lo SCAMBIABITO, alla sua tredicesima edizione in Valtiberina, dedicato all’abbigliamento, uomo, donna, bambini, scarpe e accessori. Una giornata per portare e prendere abiti usati puliti ed in buone condizioni.

Quindi approfittate delle pulizie Pasquali e di quelle di primavera e rovistate nei vostri armadi alla ricerca di qualche capo che non vi piace più, che è diventato piccolo per i vostri bambini, che vostro marito non ha mai voluto mettere o che qualche suocera ha regalato e che ancora giace li con il cartellino.

L’8 APRILE 2018 presso la SALA ROSSA ad ANGHIARI (accanto alla cosiddetta Chiesa della Croce) dalle ore 14:30 alle ore 18:30 avrete la possibilità di dare nuova vita ai vostri vestiti. I vestiti non scambiati verranno devoluti alla Caritas che ci aiuta e sostiene da sempre nelle nostre iniziative.

Week end con le voci femminili a “Di voci di donne”. Four Seasons Trio e Lumakalè

28 marzo 2018

Venerdì 30 e Sabato 31 Marzo due concerti al femminile al Circolo Aurora.

Le voci di Sara D’Angelo e Stefania Boscarato in percorsi vocali dal Jazz alla bossa nova, dal flamenco alla world music.

Nel week end pasquale si conclude la fortunata rassegna di musica al femminile ideata da Silvio Trotta con la collaborazione del Circolo Culturale Arci Aurora.

“Di voci di donne” è da sette anni una opportunità di protagonismo e di ascolto offerta alla voce di cantanti, sia interpreti che autrici, per raccontare e raccontarsi attraverso la musica.

Il 30 marzo Sara D’angelo con i suoi Four Seasons Trio, dalle sonorità bizzarre e esilaranti, presenterà un repertorio di classici jazz e bossa nova ed una ricca selezione di brani italiani in stile retrò. Sara d’Angelo, accompagnata da Luca Cremonini alle chitarre e da Pedro Judkowski al basso e contrabbasso, unisce la qualità della proposta artistica con il divertimento di chi ascolta, dando ad ogni brano insolita freschezza ed ironia. La cantante bolognese, dotata di una voce suggestiva e originale, ha una presenza scenica particolarmente coinvolgente.

Sabato 31 marzo Marco Vichi chitarra e Stefania Boscarato voce, i Lumakalè, proporranno un repertorio variegato, eclettico e frizzante che spazia dalla rumba gitana flamenco alla world music con influenze gipsy jazz.
La particolarità della cantante veneta è l’esecuzione di brani in tantissime lingue: spagnolo, francese, romanes, ungherese in un’interpretazione vivace e genuina che sprigiona calore ed energia. Gli spettatori, verranno trasportati in un vero e proprio itinerario musicale multietnico, che, attraversando le terre dei gitani di tutta Europa, si fermerà infine su brani di nuova composizione.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero con tessera Arci.

 

ESTATE insieme! Cerchiamo progetti estivi da co-finanziare in crowdfunding

22 marzo 2018

10.000€ per idee di Circoli e Comitati Arci sulle iniziative dell’estate 2018

L’estate è la stagione del tempo libero, del tempo trascorso all’aperto, nei parchi, nelle piazze. Tanti circoli Arci organizzano eventi e manifestazioni per animare quartieri, cortili, parchi, piazze, dando vita ad una miriade di piccoli, ma significativi eventi culturali e ricreativi. Un lavoro di prossimità in grado di migliorare concretamente la qualità della vita delle persone e dei centri urbani che il presente bando intende sostenere.

Con “ESTATE insieme!”, grazie al sostegno di Sammontana, Arci promuove un bando pubblico per la selezione di progetti di crowdfunding a sostegno di eventi culturali estivi da inserire nel proprio network sulla piattaforma di Produzioni dal Basso (PdB). Possono partecipare al bando progetti che intendono realizzare iniziative culturali che si svolgano nell’estate 2018 e che presentino la propria candidatura entro il 29 aprile 2018.

I progetti selezionati avranno diritto:

  • ad un set-up specifico sul progetto tenuto da PdB;
  • all’esclusiva presenza per la raccolta fondi sul network di Arci su www.produzionidalbasso.org nel periodo 01 maggio 2018 – 21 giugno 2018;
  • ad una donazione pari massimo al 50% dell’obiettivo di raccolta del progetto presentato, che verrà conferita al raggiungimento del 50% del budget sulla piattaforma di crowdfunding.

 Il contributo per ciascun progetto non potrà superare i 2.000€ ed è subordinato alla capienza complessiva del fondo, pari a 10.000€.

 Al bando possono rispondere circoli e Comitati della Rete Arci.

 Il testo del bando e la domanda di partecipazione sono già presenti sul sito Arci: www.arci.it/estateinsieme2018

In allegato il testo del bando e il comunicato stampa.

 Per ogni eventuale chiarimento o supplemento di informazione sulla call potete fare riferimento a Alessandra Vacca (06 41609504;crowdfunding@arci.it).

Cari saluti.

 Francesca Chiavacci

Presidente nazionale

 Greta Barbolini

Responsabile nazionale Politiche Economiche

 

“Terra, solchi di verità e giustizia” – XXIII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie

19 marzo 2018

Foggia – 21 marzo 2018

e in contemporanea in tutta Italia

Care e Cari,

come sapete ogni anno, il 21 marzo, primo giorno di primavera, si celebra la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

IL SITO www.memoriaeimpegno.it

La piazza principale della XXIII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie sarà in Puglia, a Foggia.

Una regione, una terra colpita da gravissimi fatti di sangue. Tornare in Puglia e aver scelto in particolare quel territorio, non è una decisione casuale. Terra, solchi di verità e giustizia è il tema della XXIII edizione. Replicando la “formula” adottata negli ultimi due anni, Foggia sarà il 21 marzo la “piazza” principale, ma simultaneamente, in migliaia di luoghi d’Italia, dell’Europa e dell’America Latina, la Giornata della Memoria e dell’Impegno verrà vissuta attraverso la lettura dei nomi delle vittime e, di seguito, con momenti di riflessione e approfondimento.

La manifestazione del prossimo 21 marzo 2018 serve innanzitutto a generare consapevolezza e a colmare un ritardo storico, figlio della sottovalutazione. Serve non a colpevolizzare un contesto, magari tacciandolo tout court per mafioso, ma a spiegare quel che ci raccontano le indagini, le inchieste, le morti per strada e nelle campagne, i fatti. Serve a dire che la mafia foggiana è sì violenta e triviale, ma ha profondamente le mani nell’affare. E che i soldi di quell’affare, di quegli affari, vengono tolti a tutti. E che, quindi, le mafie sono il freno allo sviluppo, tanto economico quanto civile. La manifestazione del prossimo 21 marzo è un modo per rompere in modo definitivo con questa logica muta, per riscattarsi dal fallimento culturale che non assolve nessuno, ma che coinvolge tutti. 

PRIME INDICAZIONI

 Vi forniamo alcune prime indicazioni:

1) In allegato il programma della Giornata di Foggia con i titoli seminari che si svolgeranno nel pomeriggio;

2) In allegato l’elenco aggiornato 2018 per le letture in formato pdf e un file a parte con i nomi internazionali che sono già stati inseriti nell’elenco con la pronuncia. Prima di diffonderlo è preferibile aspettare la pubblicazione sul sito memoriaeimpegno.it che solitamente avviene una settimana prima del 21 marzo. I nomi internazionali cambiano ogni anno e quindi non sono inseriti ufficialmente in elenco, ma sono indicazioni che arrivano dai partners internazionali.

3) Libera ha sottoscritto un accordo con Trenitalia per accedere a scontistica dedicata per recarsi alle manifestazioni del 21 marzo. Per richiedere l’attestato, indispensabile sul treno per la convalide dell’agevolazione, ci si può rivolgere ai coordinamenti regionali di riferimento di Libera. Sul sito tutte le informazioni necessarie: http://www.libera.it/schede-247-trenitalia_e_il_vettore_ufficiale_per_le_manifestazioni_della_giornata_della_memoria_e_dell_impegno

4) Vi segnaliamo lo spot realizzato in collaborazione con la RAI https://we.tl/zyeHlGD89E

SEGNALATE LE INIZIATIVE a legalitademocratica@arci.it

Vi chiediamo di attivare anche i nostri Circoli in questa mobilitazione e di segnalare a legalitademocratica@arci.it eventuali “luoghi di memoria ed impegno”.

Francesca Chiavacci

Presidente nazionale Arci

Salvo Lipari

Commissione antimafia sociale e legalità democratica

ELEONORA BETTI presenta il suo Cd “Il divieto di sbagliare” (RadiciMusic Records)

16 marzo 2018

CIRCOLO ARCI AURORA ore 22.00 Sabato 17 Marzo

Esce il 16 marzo 2018 per RadiciMusic Records, Il divieto di sbagliare, album d’esordio di Eleonora Betti. 9 tracce, di cui 3 in inglese -più una bonus track che vede la collaborazione con il producer Orang3- per raccontare, e raccontarsi. La musica ha fatto parte della vita di Eleonora fin dall’infanzia, tra canto e pianoforte, tra note di classica, grandi voci del jazz, del musical e del fado portoghese. La musica l’ha fatta viaggiare per l’Italia e all’estero, regalandole un’esperienza indispensabile affinché la sua esplorazione si continuasse ad arricchire e a trasformare, ampliando i propri orizzonti. L’inglese a volte è entrato nei testi, senza mai abbandonare l’amore per l’italiano, e il desiderio di giocare con le parole della sua lingua.

Nasce così un album che è un viaggio con tratti onirici, dentro all’animo umano; un viaggio sempre in punta di piedi, con la delicatezza con cui Eleonora ama guardare le cose, come i dettagli della campagna toscana in cui è cresciuta. Si raccontano storie di uomini perduti sulla luna, di conigli bianchi da seguire per trovare luoghi fantastici, di maestri che raccomandano attenzione (‘Quella di matematica l’aveva detto che se ripeti tanto e male proprio non ha senso, se ripeti tanto e male non è mai abbastanza’), del lasciarsi tuttavia la possibilità di commettere errori, che altro non sono che parte integrante del percorso da compiere. D’altra parte, “il divieto di sbagliare”, dice Eleonora nel brano che dà il titolo al disco, “è prigione naturale”.

Il viaggio di questo lavoro è anche musicale: con arrangiamenti curati personalmente dall’autrice, incontriamo brani vestiti con le sonorità del suo strumento, il pianoforte, accompagnate dagli archi di Mario Gentili e Giuseppe Tortora, dalle chitarre di Diana Tejera e Gianluca Persichetti, e dal flicorno di Ersilia Prosperi. Uno stile compositivo che, restando fedele alla forma canzone, non si preoccupa tuttavia di doversi adeguare a uno standard imposto. Le influenze sono quelle del folk, del pop internazionale, del jazz, della classica, ed entrano morbidamente l’una nell’altra.

« Older Entries

Vai a inizio pagina