Archivio di aprile 2018

Whynot – 28 Aprile – Season Finale

27 aprile 2018

►WHYNOT | Dioniso – The God of Wine ◄
SABATO 28 APRILE
@ Karemaski Multi Art Lab | Strada Statale 71, Loc. Olmo 44 | Arezzo
Apertura porte dalle 23:30

►WHYNOT, il PARTY LGBTI* di Arezzo ◄
Ultimo capitolo della 7ª stagione Whynot!
Sarà la notte di Dioniso 🍷, la notte della festa e del vizio, del vino, dell’ebbrezza e della liberazione dei sensi!
Tutto il cast Whynot al completo per una grande festa di chiusura!

► ORE 23:30 ◄

// Staff Animazione //
• Nike – Saetta / Resident Performers
• Whynot Crew / Dancer

/// Resident DJ ///
• Dj Debs

INFO E COSTI:
www.chimerarcobaleno.org/whynot

L’ingresso è riservato ai soci Arcigay, Arci, Uisp e altre affiliate

I Venerdì di Palazzo del Pero 2018 – Terzo Incontro

27 aprile 2018

La terza Conversazione del ciclo, I Venerdì di Palazzo del Pero 2018, organizzati dal Centro Sociale “Valcerfone” di Palazzo del Pero, con il contributo della Farmacia Marini-Giabbanelli e di Capacci Gualtiero (ingrosso foraggi)– ambedue di Palazzo del Pero- e  la collaborazione della Società Storica Aretina, avrà luogo Venerdì 27 aprile alle ore 21 presso i locali del Centro (Palazzo del Pero, tel. 0575369379) ed è affidata ad Andrea Czortek che parlerà su, Tra Tevere e Cerfone: mille anni di storia e geografia (secc. XI-XXI).

Nel cuore geografico della penisola italiana, l’Alta Valle del Tevere si presenta come un caso, forse unico, nel quale la storia non ha rispettato la geografia, andando a dividere in maniera forte e netta, un territorio di per sé unito.

Nell’ultimo millennio, numerose vicende hanno determinato l’attuale configurazione amministrativa, caratterizzando la Valtiberina con peculiarità culturali e istituzionali che la distinguono dalle altre valli appenniniche toscane. Il percorso di queste vicende permetterà di riflettere sull’odierno contesto socio-culturale.

Andrea Czortek è nato ad Arezzo, residente a Sansepolcro, sacerdote del clero di Città di castello, parroco e direttore dell’Archivio Storico Diocesano  e della Biblioteca Diocesana “Storti-Guerri”. E’ laureato in Lettere, perfezionato in Esegesi delle fonti medievali, diplomato in Archivistica e baccelliere in Teologia, dal 2008 è professore di Storia della Chiesa medievale presso l’Istituto Teologico di Assisi, aggregato alla Pontificia Università Lateranense.

Ha condotto ricerche sulla storia istituzionale del Comune di Sansepolcro, le origini del Cristianesimo in Umbria, la carità nell’Alto Medioevo, l’episcopato umbro nell’età della “Riforma gregoriana”, il monachesimo nei secoli XI-XIV, l’esercizio del credito a usura e su pegno nei secoli XIII e XIV e la legislazione sul gioco dei secoli XIV-XV.

Attualmente si occupa di storia religiosa del Medioevo italiano con particolare riferimento all’età comunale e specifico interesse per il monachesimo, l’eremitismo, gli ordini mendicanti e la vita religiosa dei laici. L’ambito territoriale privilegiato è l’Italia centrale, soprattutto l’Umbria e la Toscana.

E’ membro di varie istituzioni scientifiche (Istituti Storici, di Deputazioni di Storia patria, di Società internazionali, di Associazioni Archivistiche), Presidente e Direttore responsabile di Pagine Altotiberine, coordinatore e curatore de La nostra storia. Lezioni sulla storia di Sansepolcro.

Tra le molte pubblicazioni, A servizio dell’altissimo creatore (Assisi, Porziuncola 2010), Studiare, predicare, leggere (Selci Lama, Pliniana 2016) e insieme a Francesca Cheli, La nascita di una diocesi nella Toscana di Leone X: Sansepolcro da borgo a città (2018).

LA FESTA DEL 25 APRILE ALL’AURORA

24 aprile 2018

MARTEDI 24 Aprile ore 21.30

LA DONNA NELLA RESISTENZA

proiezione del documentario di Liliana Cavani in collaborazione con Politeia, ANPI, CGIL, Arci Arezzo

MERCOLEDI 25 Aprile ore 22.00

DIESIS TEATRANGO Presenta CANTO PER LA LIBERAZIONE reading di teatro e musica

Un reading creato da Diesis Teatrango dedicato a storie e canzoni dalla Resistenza, una memoria che si può toccare con mano, la memoria di “quei ragazzi” che hanno combattuto, come oggi in altri lati del mondo, per la Libertà.

Sul palco attori di Diesis Teatrango e attori della scuola di teatro della compagnia.  Voci, parole e canzoni per raccontare chi ha combattuto contro il regime della sopraffazione e della violenza. Un “tappeto” di frammenti di storie, parole, suoni che richiamano le speranze.

AFRIN Calling – Testimonianze di Claudio Locatelli

23 aprile 2018

Karemaski Multi Art LabCentro Giovani Onda d’Urto e Arci Arezzo presentano:

AFRIN CALLING
Testimonianze e presentazione del libro “Nessuna Resa” di di Claudio Locatelli

Dalle ore 20:00
APERICENA (prenotazione obbligatoria)
Presentazione del libro e incontro con l’autore
ANANTA TRIBE & THE GIPSY SISTERHOOD • Performance di Tribal Belly Dance & Fusion
BLACK MIRRORS + MANNAIA77 • Live
DJ HANG • Dj-set

Apertura porte: 20:00
Info e prenotazioni: www.karemaski.com/eventi/afrin-calling
Tesseramento online: www.karemaski.com/tesseramento
Programma completo: www.karemaski.com

KAREMASKI MULTI ART LAB | località Olmo 44 – 52100 Arezzo
_________________________________________

• APERICENA – Contributo richiesto 10,00 €
Prenotazione obbligatoria tramite il sito www.karemaski.com
Parte del ricavato sarà devoluto a YPG AFRIN

• Incontro e dibattito con Claudio Locatelli – Il giornalista combattente
Combattente italiano YPG nelle battaglie di Tabqa e Raqqa, giornalista freelance appassionato di medio oriente, divulgatore instancabile già manager di progetti solidali internazionali.
Collabora con media nazionali ed esteri, autore insieme al giornalista Alberto Marzocchi di “NESSUN RESA”.

Il percorso di Claudio è un intreccio di resistenza, coraggio, generosità, sacrificio e solidarietà. Nel suo libro descrive l’esperienza di lotta, il percorso e le ragioni che l’hanno portato a scegliere la via del campo di battaglia, la rivoluzione del Rojava con le sue conquiste e le riflessioni sull’orrore della guerra con gli occhi di chi l’ha vissuta davvero.

“L’impegno quotidiano, la scelta di combattere, l’esperienza Siriana e le ragioni di chi decide di sacrificare tutto rischiando anche la propria vita, questo è: Nessuna Resa.”

• Ananta Tribe & THE GIPSY SISTERHOOD • Performance di Tribal Belly Dance & Fusion
——–

Dalle ore 22:30 – live:
• Black Mirrors (punk rock, Fabriano)
• Mannaia77 (punk rock, Arezzo)
• Aftershow: DJ HANG
____________________________________________

▶︎ INGRESSO RISERVATO AI SOCI
L’ingresso è riservato ai soli soci ARCI, UISP, ARCIGAY e affiliate, con tessera valida per la stagione corrente. È necessario mostrare tessera e documento di identità all’ingresso.

ORGOGLIOSI

23 aprile 2018

Anche quest’anno, l’Associazione Culturale Pepe Mujica,
in collaborazione con Arci Arezzo, Associazione Culturale del Bangladesh, Centro Giovani Onda d’Urto, Chimera Arcobaleno – Arcigay Arezzo, Karemaski MultiArtLab, organizza ad Arezzo la Festa della Liberazione 2018, a Villa Severi, presso il Centro Giovani Onda d’Urto.

Sarà una giornata di festa e di confronto, per rivendicare l’idea dell’antifascismo come etica civile che ha ispirato la nascita della nostra democrazia. Un valore, dunque, “nazionale” e niente affatto
superato, ma di cui ci sentiamo ancora oggi orgogliosi. Da qui il titolo che abbiamo dato a questa edizione:

ORGOGLIOSI

Questo il programma:

Ore 11:00 Testimoni delle nuove resistenze

Tavola rotonda con Antar Marincola, Veronica Vasarri, Fulvio Colucci, Barry Amadou

13.30 Pranzo

15.30 Teatro dell’aggeggio
Spettacolo di burattini

E dalle 16.00… tanta musica e festa!

Prenotazioni pranzo (€ 15):
+39 3335716880 (entro il 21 aprile)

Prevista alternativa vegetariana

 

ALL’AURORA QUESTA SERA SQUILIBRI

23 aprile 2018

La rassegna Squilibri nasce al Circolo Aurora di Arezzo nel 2016, ideata da Barbara Petrucci e Piero Cherici di Diesis Teatrango, con l’obiettivo di rendere visibili modalità di pedagogia teatrale e ricerca artistica nel teatro sociale: un dialogo in evoluzione che vogliamo sostenere su una scena pubblica e dentro una concreta interazione di professionalità artistica che sappia creare drammaturgie e racconti inclusivi. Squilibri, alla sua terza edizione, contamina la propria ricerca con eventi performativi che si alimentano di tematiche civili e sociali, di luoghi dell’anima segnati da fragilità e marginalità, della bellezza che nasce in “territori” impervi e spesso sconosciuti. Si raccontano piccole o grandi storie, storie di persone fragili come di eroi, storie di viaggio e viaggi nella fragilità.

Dal 2017 la rassegna si alimenta anche di incontri con il pubblico delle scuole superiori per il quale vengono pensati e realizzati incontri di laboratorio con utenti ed operatori del centro socio-educativo Ottavo Giorno, sede di un laboratorio teatrale espressivo curato da Diesis Teatrango. Gli studenti si mettono in gioco con gli utenti del centro socio-educativo costruendo un teatro di comunità, un racconto che si trasforma, aspetto di forte innovazione nei processi di teatro sociale.

Lunedì 23 Aprile e Venerdì 4 maggio, alle ore 10,00, rispettivamente al Museo Il Cassero di Montevarchi e allo Spazio Teatro di Montevarchi si realizzano i Laboratori espressivi con operatori ed utenti del centro socio-educativo Ottavo Giorno e studenti del Liceo socio sanitario di Montevarchi.

« Older Entries

Vai a inizio pagina