BOOKS & MOVIES – Quando la letteratura si fa cinema

9 aprile 2018

Cineforum Aurora ha il piacere di presentare il nuovo ciclo dedicato ai film che nascono dai libri e dalla letteratura. Molte sceneggiature infatti non sono “originarie” e spesso il cinema trova idee e temi proprio grazie alla “riduzione” di testi nati per essere pubblicati e letti. La rassegna  ha scelto cinque significative pellicole provenienti da ogni parte del mondo. Buona visione.

QUESTA SERA  Lunedì 9 aprile 2018

Ossessione (1943)

di Luchino Visconti

Liberamente ispirato al romanzo Il postino suona sempre due volte di James M. Cain, Ossessione (1943) di Luchino Visconti è il film con cui tradizionalmente si fa iniziare il Neorealismo, in virtù soprattutto della straordinaria forza espressiva che interrompe e supera la tradizione calligrafica del cinema fascista. Influenzato dal realismo francese di Jean Renoir (di cui era stato aiuto regista), Visconti mostra già al suo primo lungometraggio una notevole padronanza dei mezzi espressivi, creando così un’opera modernissima.

 

Lunedì 16 aprile 2018

Z – L’orgia del potere (1969)

di Costa-Gavras

Tratto dal romanzo omonimo di Vasilis Vasilikos

 

Lunedì 23 aprile 2018

Il bacio della donna ragno (1985)

di Hector Babenco

Tratto dal romanzo omonimo di Manuel Puig

 

Lunedì 7 maggio

Sorgo Rosso (1987)

di Zhang Yimou

Tratto dal romanzo omonimo di Mo Yan

 

Lunedì 14 maggio

I figli della mezzanotte (2012)

di Deepa Metha

Tratto dal romanzo omonimo di Salman Rushdie

 

Una rassegna a cura di Francesco Maria Rossi e I soliti ignoti

Circolo Aurora di Arezzo – Ore 21,30

 

Vai a inizio pagina