I Venerdì di Palazzo del Pero 2018 – Terzo Incontro

27 Aprile 2018

La terza Conversazione del ciclo, I Venerdì di Palazzo del Pero 2018, organizzati dal Centro Sociale “Valcerfone” di Palazzo del Pero, con il contributo della Farmacia Marini-Giabbanelli e di Capacci Gualtiero (ingrosso foraggi)– ambedue di Palazzo del Pero- e  la collaborazione della Società Storica Aretina, avrà luogo Venerdì 27 aprile alle ore 21 presso i locali del Centro (Palazzo del Pero, tel. 0575369379) ed è affidata ad Andrea Czortek che parlerà su, Tra Tevere e Cerfone: mille anni di storia e geografia (secc. XI-XXI).

Nel cuore geografico della penisola italiana, l’Alta Valle del Tevere si presenta come un caso, forse unico, nel quale la storia non ha rispettato la geografia, andando a dividere in maniera forte e netta, un territorio di per sé unito.

Nell’ultimo millennio, numerose vicende hanno determinato l’attuale configurazione amministrativa, caratterizzando la Valtiberina con peculiarità culturali e istituzionali che la distinguono dalle altre valli appenniniche toscane. Il percorso di queste vicende permetterà di riflettere sull’odierno contesto socio-culturale.

Andrea Czortek è nato ad Arezzo, residente a Sansepolcro, sacerdote del clero di Città di castello, parroco e direttore dell’Archivio Storico Diocesano  e della Biblioteca Diocesana “Storti-Guerri”. E’ laureato in Lettere, perfezionato in Esegesi delle fonti medievali, diplomato in Archivistica e baccelliere in Teologia, dal 2008 è professore di Storia della Chiesa medievale presso l’Istituto Teologico di Assisi, aggregato alla Pontificia Università Lateranense.

Ha condotto ricerche sulla storia istituzionale del Comune di Sansepolcro, le origini del Cristianesimo in Umbria, la carità nell’Alto Medioevo, l’episcopato umbro nell’età della “Riforma gregoriana”, il monachesimo nei secoli XI-XIV, l’esercizio del credito a usura e su pegno nei secoli XIII e XIV e la legislazione sul gioco dei secoli XIV-XV.

Attualmente si occupa di storia religiosa del Medioevo italiano con particolare riferimento all’età comunale e specifico interesse per il monachesimo, l’eremitismo, gli ordini mendicanti e la vita religiosa dei laici. L’ambito territoriale privilegiato è l’Italia centrale, soprattutto l’Umbria e la Toscana.

E’ membro di varie istituzioni scientifiche (Istituti Storici, di Deputazioni di Storia patria, di Società internazionali, di Associazioni Archivistiche), Presidente e Direttore responsabile di Pagine Altotiberine, coordinatore e curatore de La nostra storia. Lezioni sulla storia di Sansepolcro.

Tra le molte pubblicazioni, A servizio dell’altissimo creatore (Assisi, Porziuncola 2010), Studiare, predicare, leggere (Selci Lama, Pliniana 2016) e insieme a Francesca Cheli, La nascita di una diocesi nella Toscana di Leone X: Sansepolcro da borgo a città (2018).

Vai a inizio pagina